EMILIANO BIGICA: "IO A CIGARINI NON RINUNCEREI MAI. HAMSIK E BARRETO GLI UOMINI CHIAVI DEL MATCH

EMILIANO BIGICA: "IO A CIGARINI NON RINUNCEREI MAI. HAMSIK E BARRETO GLI UOMINI CHIAVI DEL MATCH src=

Emiliano Bigica 37 anni ora allenatore in interregionale è un doppio ex di Napoli e Bari, proprio a lui barese purosuange ma con l' azzurro nel cuore abbiamo chiesto di presentarci il match del San Paolo.  

Allora Emilano Napoli-Bari e' un po' la tua partita…

" Direi di si, sono le due esperienze assieme a quelle di Firenze che hanno contraddistinto la mia carriera. Della mia esperienza barese ho solo ricordi positivi, essere capitano giovanissimo della tua squadra del cuore e della tua città, vincere un campionato di serie B e spiccare il volo verso una grande come la Fiorentina è stata una grande soddisfazione. Per quello che concerne l' esperienza di Napoli, diciamo che anche è stata una bella esperienza anche se realmente mi aspettavo di essere più protagonista. Ahime l' infortunio al ginocchio ha inciso molto."

Quali sono i ricordi piu' felici a Napoli?

"Ricordo le partite in B con Novellino quando vincemmo il campionato contro il Brescia al San Paolo per 3 a 0 e la vittoria di Pistoia che sancì il ritorno in massima serie. Anche nell' anno di De Canio dove giocai di più rammento la grande rimonta che facemmo sulle prime della classifica, poi purtroppo sciupammo nel confronto diretto pareggiando con la Reggina al San Paolo, anche se devo dire quell' anno fummo penalizzati e non poco da non poter giocare al San Paolo e disputare le gare a Benevento." 

Chi sarà per te l' uomo chiave nel Napoli e nel Bari ?

"Per il Napoli sicuramente Hamsik e per il Bari come al solito Barreto."

Ti aspettavo questo buon inizio del Bari?

"Onestamente non mi aspettavo questo campionato dei galletti, anche perchè hanno cambiato diversi uomini, il merito oltre che dei ragazzi è sicuramente di Ventura che ha saputo ben continuare il lavoro di Conte."

Tu eri un regista classico, nel calcio di oggi parecchie squadre preferiscono giocare con i due mediani, Napoli compreso come lo valuti questo atteggiamento tattico?

" Io sono molto stupito che un giocatore come Cigarini non trovi posti nel Napoli, lui ha caratteristiche affini alle mie, è l'unico che può giocare da centrocampista basso davanti alla difesa, non lo può fare invece Gargano o Pazienza. Io ad uno come lui non rinuncerei mai, ma probabilmente Mazzarri avrà i suoi buoni motivi tattici e di equilibrio per giocare con i due mediani"

Come è cambiata la tua vita da giocatore ad allenatore?

"Diciamo che da mister ora capisco perchè spesso da giocatore venivo lasciato in panchina, l'allenatore deve valutare una molteplicità di aspetti del gruppo, mentre quando sei calciatore pensi solo al tuo orticello"

Che partità sarà Napoli- Bari?

"Guarda il Napoli ha più qualità nei singoli, il Bari invece avendo un allenatore con cui è partito dal ritiro a differenza del Napoli in cui Mazzarri è entrato in corsa si lascia preferire per organizzazione di gioco, inoltre ha la componente psicologica a favore perchè gioca fuori casa ed ha una buona classifica,  è il Napoli invece ad avere l' assillo della vittoria"  

 

 

 

Translate »