ELDO – SNAIDERO 88 – 96

ELDO - SNAIDERO 88 - 96 src=

Zero vittorie e quattordici sconfitte; questo era il record in trasferta della Snaidero Udine prima della gara di Napoli. A fine partita la squadra di coach Pancotto riuscirà a togliersi questa pesante scimmia dalle spalle conquistando una vittoria importante e meritata.

Applauditi all'ingresso in campo per i due ex: Mike Penberthy e Jerome Allen. Rientra in gruppo per la Eldo Jeff Trepagnier dopo quasi tre mesi di stop.Udine, falcidiata da numerose assenze e con una rotazione di soli sei uomini, parte fortissimo. Con tre bombe (due di Penberthy e una di Gigena) si porta avanti di 7 dopo tre minuti di gioco (11-4). Dopo il time out di Bucchi la Eldo "entra in campo". Rocca e Sesay trascinano la squadra e portano la gara in equilibrio (20-20 alla fine del primo quarto).

Nel secondo parziale fa il suo ritorno in campo Trepagnier. Jeff segna 8 punti in fila e tiene in partita una Eldo in balia di un Jerome Allen saldamente al comando delle operazioni. Il secondo quarto si chiude con una tripla di Damon Williams. Udine sopra di tre (40-37).

Napoli rientra bene dall'intervallo. Dieci punti in meno di due minuti (otto realizzati dal solo Sesay) ma la Snaidero, con un ottima difesa e con le triple di Gigena e di un immenso Penberthy, ha il merito di rimanere attaccata alla partita. Il terzo parziale si chiude con una banalissima palla persa di Spinelli che viene, per l'ennesima volta, scherzato da Allen che si lancia in contropiede, subisce il fallo e realizza i due liberi che portano Udine a – 3 (69-66).

L'ultimo parziale è dominato da Mike Penberthy. L'ex Lakers realizza 16 dei 30 punti segnati dai friulani negli ultimi dieci minuti. Napoli avrebbe la possibilità di portarsi sul – 3 a due minuti dalla fine ma Sesay sbaglia la tripla nonostante cinque metri di spazio. Nel possesso successivo Jaacks appoggia il canestro del + 8 che taglia le gambe alla Eldo. Finisce con la squadra fischiata, Maione contestato e Penberthy acclamato.

Con questa sconfitta la Eldo dice addio al quarto posto e alla possibilità di chiudere la stagione tra i primi quattro posti. Mancano due punti per la qualificazione matematica ai playoff. Una post season che, al 99%, Napoli giocherà col fattore campo a sfavore fin dal primo turno.

Pagelle

Sesay: ottimo prova sia in difesa che in attacco. Mezzo voto in meno per la tripla sbagliata nel finale. voto 7

Morandais: si accende solo nel terzo quarto. Un giocatore importante come lui non può permettersi pause così lunghe. voto 4.5

Malaventura: soffre tremendamente Penberthy . voto 5

Spinelli: tredici minuti di confusione totale. Allen "lo porta a scuola" una mezza dozzina di volte. voto 4.5

O'Bannon: altra partita no. Il confronto tra ex è impietoso. voto 5

Rocca: 23 punti, 14 rimbalzi (8 in attacco) e solita prestazione gagliarda. Predica nel deserto. voto 8

Flamini: dopo Bologna arriva un'altra prestazione "soft". voto 5

Ellis: quasi mai in partita. Nel finale prova a togliere la castagne dal fuoco con alcuni tiri forzati. Un primo ferro e un"airball" per lui. voto 4.5

Marmarinos: altra prestazione imbarazzante. voto 4

Trepagnier: due-tre dormite in difesa su Gigena. In compenso caldissimo al tiro. Chiude con 10 punti e il 50% dal campo. voto 7

Bucchi: la debacle di Casalecchio si è rivelata tutt'altro che un episodio isolato. La squadra era chiamata ad un pronto riscatto ed ha fallito nuovamente. Una grande ma rimaneggiata Snaidero non costituiscono una giustificazione plausibile a questa ennesima, sconcertante sconfitta. voto 5

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »