E ORA A CHI STAI PENSANDO?

E ORA A CHI STAI PENSANDO? src=

La sensazione è quella strana di un deja vu, come se i giorni attuali non fossero altro che la riproposizione di eventi passati. Una sorta di ritorno al futuro made in Napoli. A distanza di qualche mese l'occhio di bue continua a puntare in direzione della presenza importante e ingombrante del cinepresidente; uno capace di reggere la scena da solo, di catturare gli sguardi e di calamitare l'attenzione della vasta platea azzurra. A cambiare, con mesta puntualità, sono però le cosiddette spalle: quelli che, facendo il cosiddetto lavoro sporco, consentono al protagonista principale di emergere al massimo. Un duro lavoro che nel Napoli è stato ricoperto da Donadoni, prima, e da Mazzari ora. Un mestieraccio, ben retribuito però. Entrambi accolti con sontuose parole di presentazione, prodighe di stima e di buoni propositi per il futuro prossimo e, soprattutto, più lontano. Parole che abbracciano tutti i cavalli di battaglia del cavalier presidente: dal mercato ai progetti futuristici, passando per la beatificazione del nuovo arrivato. Parole già sentite pochi mesi fa nel giorno della presentazione del ripudiato Donadoni, tecnico cercato, stimato e voluto per l'inizio della "Fase 2" e già finito nel dimenticatoio, che se ci fosse stato Mazzarri libero a quei tempi non avrebbe avuto alcun dubbio di sorta. Dove sta dunque la bugia? E se ai tempi di Donadoni De Laurentiis pensava all'amante impossibile Mazzarri, a chi starà pensando ora per la prossima stagione? Magari a Zola, di cui si vede già  l'ombra in lontananza. Chissà. Ora è il tempo dell'idillio con il nuovo tecnico e così sarà finchè il Dela non perderà la pazienza un'altra volta, dopo gli ormai illustri precedenti. E' così il presidente: un amante passionale che si infuoca facilmente ed altrettanto velocemente si raffedda verso il nuovo compagno di avventura. Ora tocca a Mazzarri, dopo Reja e Donadoni: sedotti, scelti ed accolti con le medesime promesse di amore eterno, poi scaricati e allontanati. Parole che fantasticavano di progetti dorati e che puntualmente si sono trasformati in cuori infranti, pensando già a qualcuno altro. Che ne sarà dell'ultimo flirt? 

 

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »