Dodi Lukebakio: la stellina belga che ha incantato l’Allianz Arena

Stella del Fortuna Dusseldorf e del Belgio U21: Dodi Lukebakio Ngandoli nasce come ala destra, ma le sue doti tecnico tattiche sono tali da consentirgli di poter rivestire con esito brillante anche altri ruoli in mezzo al campo. Quella appena trascorsa è stata la stagione della definitiva consacrazione per lui, con una data che non potrà mai essere dimenticata: 24 novembre 2018, la sua prima tripletta in Bundesliga al cospetto della corazzata Bayern Monaco. Qualche giorno fa si è messo immediatamente in mostra nella gara inaugurale degli Europei U21, con un assist di pregevole fattura per il momentaneo 3-2 firmato da Cools.

Calciatore estremamente duttile, dotato di grande fisicità e possanza fisica (1,87 m), può giocare sia in posizione centrale che sulla fascia. Nel suo ampio repertorio può vantare inoltre grande velocità e abilità negli inserimenti. Piedi fatati, guizzi fulminei nell’uno contro uno, tali da creare costantemente superiorità numerica e senso della posizione pressoché perfetto. Ha soltanto 21 anni, ma già ha dimostrato di poter essere un profilo più che valido che potrebbe fare le fortune di qualunque squadra.

Lukebakio è cresciuto nel settore giovanile dell’Anderlecht, uno dei migliori in Europa e già questa costituisce una mezza garanzia. Fa il suo esordio in prima squadra il 25 ottobre 2015, nella partita di campionato vinta per 3-1 contro il Bruges. Nel settembre 2016 viene ceduto in prestito stagionale al Tolosa. Nel 2017 passa, sempre a titolo temporaneo, allo Charleroi.

Nel gennaio 2018 viene acquistato a titolo definitivo dal Watford, con la sottoscrizione del contratto fino al 2022. Dopo aver collezionato una sola presenza con gli Hornets, a luglio si trasferisce in prestito al Fortuna Düsseldorf.
Esordisce con la nuova maglia il 19 agosto in DFB-Pokal segnando una doppietta contro il Coblenza, il 15 settembre sigla anche la sua prima rete in campionato contro l’Hoffenheim, per poi fare il patatatràc due mesi più tardi all’Allianz Arena.

La sua velocità fulminea gli permette di superare agevolmente i rivali, e soprattutto nelle ripartenze Lukebakio fa la differenza creando scompiglio tra le maglie degli avversari. Inevitabile il paragone con Dries Mertens: si tratta di due brevilinei che possono cambiare l’andamento di un match in qualsiasi momento. Nel calcio italiano, il giovane belga potrebbe esprimersi sicuramente al meglio delle proprie potenzialità: uno di quegli esterni che può scardinare la resistenza di squadre arroccate nella propria metà campo. Un profilo che servirebbe al Napoli di Carlo Ancelotti, la sua valutazione è di circa 18 milioni. Rapporto qualità prezzo ottimo: su Lukebakio si può scommettere eccome. Giuntoli pensaci…

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »