DE LUCIA: “DOMENICA PER ME SARA’ UNA PARTITA SPECIALE. DEL NAPOLI TEMIAMO SOPRATTUTTO L’ENTUSIASMO E L’ORGANIZZAZIONE DI GIOCO”

Una partita speciale. Così sarà Livorno-Napoli di domenica prossima per Alfonso De Lucia, in campo chiamato a difendere i pali dei toscani, ma nel cuore e sulla carta d’identità napoletano doc. Affrontare gli azzurri e i tanti amici tra le fila partenopee, sarà per lui oltremodo emozionante, come racconta in esclusiva ai microfoni di Pianetanapoli. Trovarsi di fronte quella maglia azzurra da lui indossata solo nelle giovanili, prima di trasferirsi nel 1999 al Parma insieme a Paolo Cannavaro per la cifra record di 7 miliardi di lire, se si considera che si trattava pur sempre di due ragazzini, sarà per De Lucia un tuffo nei ricordi del passato e del presente, essendo lui napoletano autentico e gran tifoso del Napoli, come lui stesso ammette con orgoglio nel corso della nostra intervista:

Alfonso domenica affronterete il Napoli, che momento è quello del Livorno?

Stiamo vivendo sicuramente un periodo positivo, nonostante la sconfitta di sabato scorso a Cagliari. Siamo una squadra che ha come obiettivo la salvezza e quindi ad oggi il bilancio è più positivo di quanto si potesse credere”

Cosa temete maggiormente degli azzurri?

“Del Napoli temiamo in particolar modo l’organizzazione di gioco e ovviamente l’entusiasmo che possono portare i 13 risultati utili consecutivi”

Che cosa significa per te da napoletano, che tra l'altro ha fatto anche parte delle giovanili azzurre, affrontare il Napoli?

Beh, da buon napoletano sono il primo tifoso degli azzurri e per me sarà senz’altro una partita speciale. Sono anche consapevole del fatto che tanti miei cari amici, per un giorno, diventeranno i miei peggior nemici!”

Cosa pensi dell'arrivo di Bellucci, che tu conosci già dai tempi del Napoli per averlo incrociato negli allenamenti?

“Credo che Bellucci ci possa dare una grossa mano, essendo sia un forte calciatore che una persona di grande esperienza che si è già trovato in situazioni di questo genere”

Cosa pensi, invece, del tuo collega De Sanctis, che sta attraversando un momento di forma davvero straordinario?

Morgan e' sempre stato un portiere di ottimo affidamento e credo che oltre alla partita di domenica scorsa, lo aveva già dimostrato in altre occasioni. E’ normale poi che nell’arco di una stagione intera chiunque, incluso Buffon, possa avere qualche momento di difficoltà”

Hai già sentito, o sentirai, in vista di domenica, il tuo amico Paolo Cannavaro?

Ho sentito Paolo prima della partita di Coppa Italia contro la Juventus, raccomandandogli di passare il turno da vero tifoso quale sono! Con Paolo siamo molto amici, ma ho un bellissimo rapporto anche con Cigarini e Contini avendoci giocato insieme a Parma e con Fabio Quagliarella, con cui nelle nazionali giovanili ho condiviso la stessa camera”. 

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »