Dalla valigia pronta, alla prima da titolare al Tardini. Quale sarà il destino di Koulibaly?

 

Kalidou Koulibaly ha disputato da titolare la  prima partita in campionato degli azzurri in quel di Parma. Tale scenario fino a qualche settimana fa sembrava alquanto imprevedibile, visto che il difensore numero 26 sembrava in procinto di lasciare la città partenopea.

L’offerta giusta al club di De Laurentiis non è arrivata, ma la cessione del difensore senegalese non è di certo un’opzione tramontata.  Se entro il 5 ottobre arriverà una proposta interessante alla società napoletana, Koulibaly potrebbe lasciare la formazione di Gattuso.

Poco più di un mese fa, parlando della possibile partenza di Koulibaly, abbiamo scritto come dopo tanti anni il Napoli si era preparato alla partenza del difensore che dal 2014 veste la maglia azzurra.

Tale considerazione sta nel fatto che lo scorso anno il Napoli ha acquistato Kostas Manolas, esperto difensore che per caratteristiche può sostituire Koulibaly. Inoltre,  nella stagione conclusasi lo scorso 8 agosto, anche Maksimovic ha compiuto quel salto di qualità tanto auspicato in passato, ragion per cui dopo sei anni in azzurro, la cessione di Koulibaly poteva essere metabolizzata in maniera meno traumatica.

Ma sta si fatto che il Napoli ha iniziato la sua stagione con difensore senegalese in campo e se mai ce ne fosse bisogno,  Koulibaly ha mostrato enorme professionalità.

A Parma ha giocato una partita importante,  non sembrando affatto distratto da eventuali voci di mercato.

Indipendentemente dalla prestazione offerta al Tardini, la questione Koulibaly poteva essere risolta prima dell’inizio del campionato. E’  pur vero che stiamo assistendo ad un  mercato molto strano condizionato dall’emergenza Covid, ma il destino di un giocatore dell’importanza di Koulibaly non può essere in bilico anche dopo l’inizio del campionato. Il nodo centrale purtroppo è tutto qui: la cessione di un calciatore cosi importante per qualsiasi squadra, andava programmata prima dell’inizio del campionato, nonostante come già affermato delle difficoltà enormi di un mercato del tutto annomalo.

E’ naturale che con un calciatore come il senenaglese la percentuale per il Napoli di approdare in zona Champions aumenterebbe senza alcun dubbio. Ecco perchè il Napoli prima di cederlo farà tutte le dovute valutazioni. Un secondo anno senza Champions vorrebbe dire un netto ridimensionamento del progetto, mentre invece un ritorno immediato nella massima competizione europa darebbe al Napoli il giusto slancio per restare sempre stabilmente ad alti livelli.

Nel caso in cui arriverà l’offerta giusta e il Napoli cederà Koulibaly, la società dovrà essere pronta in pochi giorni a rinvestire parte di quei soldi in un centrocampista di grande forza fisica che per caratteristiche manca a questa squadra.  La vera beffa sarebbe infatti quella di vendere Koulibaly negli ultimi giorni di mercato e non poter acquistare un nuovo centrocampista oltre ad un difensore che possa completare il reparto.

A proposito dell'autore

Saverio Quatrano

Post correlati

Translate »