Che Napoli sarà

La stagione calcistica vive un momento complicatissimo dal punto di vista sportivo che inevitabilmente si ripercuote sull’aspetto economico delle singole società. Tanti i club in difficoltà nel caso in cui non si riprendesse il campionato e tra questi non è escluso la società di Aurelio De Laurentiis. Infatti qualora il campionato non ripartisse ci sarebbero tanti milioni di euro in meno per la società partenopea, si pensi agli incassi delle emittenti televisive, alle sponsorizzazioni e tanto altro ancora. In più qualora si ricominciasse a giocare, sarebbe difficilissimo se non impossibile per il Napoli conquistare un posto per la prossima Champions League, danno economico e di immagine non irrilevante. Quindi gli azzurri si troverebbero in difficoltà sul prossimo mercato non potendo contare solo sui propri introiti, sarebbe un mercato fatto soprattutto di scambi, anche se il presidente De Laurentiis ha disponibilità di investimento, non rischierebbe di portare in rosso i conti della sua società. A quel punto, molto probabilmente, si penserà a cedere un paio di calciatori al miglior offerente e la mente va subito sui nomi di Allan e Koulibaly, entrambi però hanno visto calare la loro valutazione, difficilmente saranno soddisfatte le richieste molto esose del patron partenopeo e senza cedere nessuno dei due è impensabile che il Napoli faccia acquisti clamorosi, ma si limiterà a scambi o a prestiti onerosi, rinviando gli acquisti a tempi migliori, come per esempio è stato il caso di Politano. Concludendo, tante e troppe ombre sul calcio nazionale, tanti e troppi dubbi sul Napoli attuale, tante e troppe incognite sulla gestione societaria, troppi dubbi che non hanno ancora una risposta definitiva.

 

A proposito dell'autore

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Post correlati

Translate »