Casa dolce casa

Si sa, il legame che lega il tifoso Napoletano allo stadio San Paolo è indissolubile. Giocare tra le mura amiche per gli azzurri, è sempre stato sinonimo di fortino inespugnabile. Le gradinate del San Paolo sono da sempre quelle più popolate in Italia, anche se negli ultimi anni, le presenze sono state in netto calo rispetto al passato. I motivi sono molteplici, dallo scarso igiene alle pessime condizioni della struttura, dai risultati non proprio eclatanti alla crisi che affligge le famiglie oggigiorno. Il Napoli adesso va a gonfie vele, mai come in questo periodo, il tifoso napoletano sta sognando in grande, scomodando paragoni con quel Napoli che fece piangere di gioia milioni di tifosi. Anche l’incasso ai botteghini comincia a salire sempre più, ma non in maniera in cui ci si aspettava. Questa volta il colpevole è il caro prezzi. È vero, De Laurentiis lo aveva annunciato ad inizio anno :”Quest’anno aumenteremo i prezzi degli abbonamenti, e di conseguenza anche i tagliandi subiranno un leggero rialzo”. Scelta anche condivisibile in parte, ma la cosa che di certo non è condivisibile, è quella di aver debellato il tagliando a tariffa ridotta per donne e bambini, è impensabile che una bambina debba pagare il biglietto come un adulto(maschio), così non si fa altro che allontanare le famiglie dallo stadio. Però la tifoseria è calda come non mai, e la squadra in mezzo al campo sembra avvertirlo, i fischi assordanti della scorsa stagione sono ormai un vecchio ricordo. Sul web sono virali i video delle curve che cantano incessantemente fino al 90º e oltre. Sarri ha fatto breccia nel cuore dei tifosi e viceversa, ognuno si sente protagonista in questo Napoli, ed è questa la vera forza. Il mister lo ha chiesto, la squadra lo richiede a gran voce :” Vogliamo lo stadio pieno ogni domenica per sognare tutti insieme!”.

A proposito dell'autore

Salvatore Stiletti

Post correlati

Translate »