BONAN (SKY SPORT): “NAPOLI DA SCUDETTO, E’ GIUNTO IL MOMENTO DI RACCOGLIERE I FRUTTI. CAVANI HA DETTATO LA CARICA. ICARDI? SI PUO’”

BONAN (SKY SPORT): “NAPOLI DA SCUDETTO, E’ GIUNTO IL MOMENTO DI RACCOGLIERE I FRUTTI. CAVANI HA DETTATO LA CARICA. ICARDI? SI PUO’” src=

Una vita dedicata al calciomercato e a tutto ciò che ruota intorno ad uno degli sport più seguiti e affascinanti. Il calcio a 360° è quello di cui si è occupato e continua a farlo con grande stile e coinvolgimento, il giornalista e conduttore televisivo Alessandro Bonan che ha risposto alle nostre domande in un stringente “botta e risposta” sul mercato di gennaio, sulla rosa del Napoli, sui potenziali affari di mercato in vista della prossima stagione e tanto altro ancora

Ciao Alessandro, che tipo di mercato è stato quello che si è concluso nella recente finestra di gennaio?

“Un mercato che ha fatto fatica ad emergere per quanto riguarda il nostro campionato, ecco si è evoluto a scoppio ritardato. Le squadre hanno cambiato molto sferrando colpi anche piuttosto rilevanti”.

Quale squadra di vertice esce più rinforzata da questa sessione?

“Balotelli è un giocatore in grado di spostare gli equilibri, per cui non posso fare a meno di additare il Milan come squadra che si è rinforzata di più rispetto alle altre compagini di alta classifica”.

Per quanto riguarda il Napoli, che voto attribuisci al mercato effettuato dalla dirigenza partenopea?

"Direi un sette pieno. Armero aggiunge forza, Calaiò è un buon rincalzo. Rolando sembrava un fenomeno fino a ieri, mentre Radosevic è un giovane che gioca in Nazionale. Gli ultimi due vanno visti nel nostro campionato. Al momento sono un'incognita”.

Secondo te, sono state gettate delle basi importanti per l’acquisizione del talento argentino Mauro Icardi a Luglio?

“Lo hanno ammesso le stesse parti in causa, penso proprio di sì. Il Napoli si è avvicinato molto al giocatore e cercherà di chiudere l’affare in vista della prossima stagione”.

Un mix adeguato di esperienza e prospettiva, sembra questa la ricetta giusta per mettere su una squadra competitiva e consapevole dei propri mezzi. Ma come mai i giovani talenti nel nostro campionato giocano poco o non trovano la continuità che tanto meriterebbero?

“Con la crisi incalzante, i giovani talenti troveranno sempre più spazio. Il punto, però, è che servono nuovi regolamenti sui trasferimenti per trattenerli in Italia”.

Per il primo posto sembra che sia una questione a due, tra Juventus e Napoli. Come credi che si evolverà tale situazione?

“A mio parere, e lo dico dall’inizio della stagione, il Napoli è ben attrezzato per puntare concretamente al titolo. Lo ribadisco nuovamente, gli azzurri faranno di tutto per strappare lo scudetto ai bianconeri”.

Ti chiedo tre nomi che potrebbero fare al caso del Napoli per la sua massima e definitiva consacrazione…

“Uno per reparto: Savic, Lodi e Icardi”.

Come interpreti il messaggio evidenziato a più riprese da Cavani sulla voglia di vincere con questa maglia?

Come uno sprone per tutti. E' giunto il momento di raccogliere i frutti dopo tanti anni di ottimo lavoro”.

Durante la trasmissione “Speciale Calciomercato” su Sky sottoponi ai tuoi ospiti una serie di nomi con l’obiettivo di abbinare a ciascuno una precisa peculiarità. Ora provaci tu. Iniziamo da De Laurentiis…

“Intuitivo”.Mazzarri? “Preparato”; Bigon? “Serio”; Cannavaro? “Sicuro”; Grava? “Ruvido”; Hamsik? “Repentino”; Cavani? “Spiazzante; Chiudiamo con Insigne… “Sgusciante”.

Dopo “Speciale Calciomercato”, seguirà un altro ciclo di trasmissioni su Sky Sport che ti vedranno al timone con la partecipazione di tanti ospiti tra colleghi e procuratori. Accanto a te i compagni di avventura Di Marzio e Fayna e non mancheranno momenti di intrattenimento come ben sappiamo. Ci puoi annunciare qualcos’altro?

“Beh, il futuro è un’incognita…anzi è “Sempre calciomercato” (ride ndr).

“Melioni di melioni”, la sigla che è diventata presto un vero tormentone. Com’è nata questa idea?

“Melioni di Melioni nasce una mattina in cui ho avuto l’ispirazione per la sigla della trasmissione. Ebbene, mi sono messo alla chitarra, e prima ho trovato la musica e poi le parole. Mi è sembrata perfetta da subito”.

Preferisci il calcio giocato o il calciomercato, sezione in cui ti vediamo ormai una figura emblematica?

“Non si potrebbe parlare di calcio giocato senza il calcio mercato, e viceversa. Sono come due mondi paralleli, ma complementari”.

Grazie ad Alessandro Bonan per la sua disponibilità e buon lavoro…“Grazie a voi, a presto!”.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »