Bestia nerissima: Sarri non impara la lezione, Napoli eliminato

Nel primo appuntamento del 2018 il Napoli affronta l’Atalanta nei quarti di finale di Tim Cup. Ampio turn-over tra le fila degli azzurri: tornano Chiriches, Rog e Ounas dal primo minuto in luogo di Albiol, Allan e Mertens. Piotr Zielinski agisce da esterno alto al posto di Insigne. Orobici in campo con il 3-4-1-2 con Cristante alle spalle del tandem Gomez-Cornelius.

PRIMO TEMPO

Nei primi istanti di gara è il Napoli ad impossessarsi del pallino di gioco cercando un paio di verticalizzazioni per Callejon, falso nueve, non andate a buon fine. Al 7’Diawara serve splendidamente Callejon che con una rasoiata mancina impegna Berisha, costretto a rifugiarsi in corner. Trascorrono pochi secondi e Rog, lanciato da Hysaj, calcia in area trovando la respinta provvidenziale di Caldara. Al 21’Hamsik pennella per Ounas che ci prova con una rovesciata: palla di poco al lato. Dieci minuti più tardi Rog avanza palla al piede per poi affidare la sfera ad Ounas: l’alberino si porta palla sul sinistro e vede l’inserimento sul fronte opposto di Zielinski, che a due passi dalla porta tira lentamente favorendo la parata dell’estremo difensore ospite. Successivamente Gosens va via a Hysaj e crossa al centro: Gomez non colpisce bene di testa, tuttavia Sepe non intende correre rischi e smanaccia in angolo. Negli ultimi frangenti il Napoli appare piuttosto macchinoso commettendo diversi errori in fase di impostazione. Atalanta aggressiva e ben compatta dietro la linea della palla, ma non rinuncia ad attaccare in contropiede: si va cosí all’:intervallo sul punteggio di 0-0.

SECONDO TEMPO

Sepe sbaglia clamorosamente un rinvio e per poco i bergamaschi non ne approfittano: salva tutto Koulibaly. Al 5’l’Atalanta si porta in avanti: Gosens semina il panico sulla sinistra, traversone in mezzo, scivola Mario Rui consentendo a Cornelius di calciare, su una ribattuta dello stesso Rui ne approfitta Castagne che tutto solo insacca. Sarri tenta di recuperare lo svantaggio inserendo Insigne e Mertens in luogo di Callejon e Hamsik. Gli ospiti si chiudono bene non lasciando varchi ai partenopei che continuano a fare fatica nella costruzione di trame pericolose. Al 36’arriva un altro svarione: scivola Chiriches lasciando una prateria dinanzi al Papu Gomez che non ha problemi a trafiggere per la seconda volta Sepe. Tre minuti dopo Insigne con una magia serve Mertens, che di testa riapre l’incontro sbloccandosi dopo un lungo periodo di digiuno. Nel finale non basta l’assedio del Napoli: Sarri si rivela ancora una volta disastroso nelle competizioni al di fuori del campionato. Pessimo inizio dell’anno: il Napoli è già fuori dalla Coppa Italia.

IL TABELLINO DELLA GARA

Napoli (4-3-3)- Sepe; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Rog, Diawara, Hamsik(dall’11’s.t.Insigne); Callejon(dall’11’s.t.Mertens), Ounas(dal 27’s.t.Allan), Zielinski.  All. Maurizio Sarri

A disposizione: Reina, Rafael, Maggio, Albiol, Maksimovic, Tonelli, Scarf, Allan, Jorginho, Leandrinho.

Atalanta (3-4-1-2)- Berisha; Toloi, Caldara, Palomino; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante(dal 30’s.t.Ilicic); Gomez(dal 45’s.t.Haas), Cornelius.  All. Gian Piero Gasperini.

A disposizione: Gollini, Schmidt, Masiello, Mancini, Rossi, Hateboer, Spinazzola, Orsolini, Vido, Petagna.

Arbitro: Giacomelli (sez.Trieste)

Assistenti: Dobosz-Del Giovane

IV uomo: Abbattista

VAR: Damato (AVAR: Posado)

Ammoniti: Freuler, Koulibaly, Rog, Caldara, Toloi

Recupero: 0 p.t., 4 s.t.

Marcatori: 5’s.t. Castagne, 36’s.t. Gomez, 39’s.t.Mertens.

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »