ANCHE I PORTOGHESI PAGANO DAZIO, 3 – 1 AL BRAGA ED ORA A NOI JUVE

ANCHE I PORTOGHESI PAGANO DAZIO, 3 - 1 AL BRAGA ED ORA A NOI JUVE src=

Napoli: De Sanctis, Campagnaro (28' st Gamberini), Cannavaro (28' st Fernandez), Britos, Maggio, Behrami (26' st Dossena), Inler (28' st Donadel), Hamsik (33' st Novothny), Zuniga (39' st Fornito), Pandev (19' st Dzemaili), Vargas (39' st Bariti). A disp. Rosati, Colombo, Grava, Aronica, Gargano. All. Mazzarri

Sporting Braga: Beto (1' st Quim), Paulo Vinicius , Douglao, Elderson (26' st Baiano) , Salino, Custodio, Monssorò (35' st Ismaily), Hugo Viana, Alan (22' st Micael), Elder Barbosa (22' st Amorim), Lima. A disp. Eder, Manoel. All. Peseiro

Arbitro: Banti di Livorno
Reti: 5' pt Pandev, 15' st Pandev, 37' pt Lima, 17's.t. Zuniga
Note: ammonito Vinicius

Napoli – Terza partita in otto giorni, ennesima esperienza europea per la squadra azzurra, dopo Leverkusen, Bordeaux, ora tocca allo Sporting Braga, compagine per niente facile da affrontare, ha il piglio e l'esperienza giusta per testare questo Napoli.

Partita per pochi intimi, venticinquemila unità, irriducibili, sempre presenti, anche in una serata caldissima, con un tasso di umidità incredibile.

 

Al 6' ottima incursione del Napoli con Edu Vargas che semina due avversari ed appoggia a Goran Pandev che insacca, Napoli – S. Braga 1 – 0.

9' ancora Vargas, dopo aver duettato con Zuniga serve un pallone al centro per il solito Pandev che stavolta non ha fortuna.

Al 19' ancora lui, ancora Pandev, finalizzatore di una azione corale mostruosa, tutta di prima, iniziata da Cannavaro, per Hamsik, per Vargas che in "corridoio" fa volare Pandev che insacca.

Al 29' magistrale parata di De Sanctis su tiro di Alan e salvataggio quasi sulla linea di Cannavaro.

Al 37' accorcia le distanze Lima per il Braga, dopo una sfortunata deviazione di Britos.

Dopo un minuto di recupero Banti di Livorno manda tutti negli spogliatoi.

 

Fin quando è stato in cattedra Marek Hamsik il Napoli ha avuto in pugno la partita impegnando non poco i portoghesi, il risultato è bugiardo, per la mole di gioco espressa e le azioni offensive profuse, gli azzurri avrebbero meritato un risultato più rotondo.nizia la ripresa, i portoghesi danno un saggio del loro reale valore, per due volte fanno venire i brividi a De Sanctis, intanto Vargas sfoggia pezzi d'alta scuola con "sombreri" e passaggi filtranti, intanto ancora Lima sfiora il pari per il Braga.

Al 7' splendida girata a volo di Hamsik , stupenda la risposta di Beto.

Al 10' splendido gol di Zuniga, dopo un duetto d'alta scuola con Marek Hamsik, immediata la sostituzione di Mazzarri, Dzemaili per Pandev, al 14' gran palo di Zuniga con un magistrale tiro da trentacinque metri, esce Behrami ed entra Dossena, esce Inler ed entra Donadel, esce Cannavaro ed entra Fernandez, esce Campagnaro ed entra Gamberini, esce Hamsik ed entra Novothny, da questo memento alla fine della partita, sarà solo accademia, Mazzarri prova i nuovi innesti cerca conferme, esce Zuniga ed entra Formito, esce Vargas ed entra Bariti.

Banti fischia la fine, altra vittima importante, il Braga, mentre in curva B viene esposto lo striscione "VINCI PER NOI" , qui Napoli a Voi Pechino, per la Supercoppa Italiana.

 

Tutto sommato visto il carattere amichevole della partita, il caldo afoso e l'impegno messo in campo, va bene cosi, il Napoli c'è, non vediamo avversari, al momento, temibili per questa squadra, ronza ancora nella mente quella frase di Mazzarri:"Mai visto, da quanti anni alleno, una squadra assimilare, impegnarsi in questo modo, sono soddisfatto" ed è vero, questi ragazzi giocano a memoria, al momento non vediamo chi possa impensierire il cammino di questo Napoli nel campionato, ma questa è un'altra storia, tra stasera ed il campionato c'è la Juve, c'è Pechino, c'è la Supercoppa Italiana, chi di dovere è avvisato.

Translate »