Ancelotti:”Meret non tocca Ronaldo. Meritavamo di vincere”

Ancelotti in sala stampa:

S’è pentito di aver tolto Milik sullo 0-0? Non prevedeva il gol su punizione. “Stavamo 0-0, potevamo sfruttare le ripartenze e Insigne ci dà movimenti e controllo del possesso, poi invece siamo andati sotto sulla punizione e nella ripresa abbiamo rischiato con tre difensori”.

Rimpianto maggiore il rosso o il rigore sbagliato? “Il risultato perché è immeritato, la squadra ha fatto il massimo, controllandola anche all’inizio, recuperando bene e pungendo in ripartenza, anche in 10 contro 11. Sono orgoglioso della prova, c’è il rammarico del risultato, condizionato dal rosso che è un episodio controverso, ancora adesso non si capisce se ha toccato l’avversario e per eliminare i dubbi sarebbe stato meglio consultare il video visto che c’è, invece è stato frettoloso perché Meret non lo tocca, poi bisogna considerare se Ronaldo ha il controllo, se la poteva riprendere, doveva chiarire tutto al video, invece non l’ha utilizzata”.

Il distacco è realistico? “La Juve ha fatto tantissimi punti, è realistica, ma se si tiene in conto la prova di oggi non è realistica. Ha sorpreso anche me questa supremazia, ma anche nella prima parte. Questo mi dà conforto e fiducia per le prossime gare. La squadra è in salute”.

Il rigorista era già deciso? “Il rigorista era Insigne per questa partita, poi tutti possono sbagliare, questo è il calcio. Mi conforta la prestazione, meritavamo di vincere”.

Cosa serve per avvicinarsi alla Juve? “Dobbiamo continuare a crescere come stiamo facendo, lo stiamo facendo velocemente. E’ stato cambiato molto e la squadra sta dando segnali forti, a me per primo”.

A proposito dell'autore

Salvatore Stiletti

Post correlati

Translate »