ALTALENA DI EMOZIONI AL SAN PAOLO, DECIDE PANDEV CON IL RITROVATO CAVANI

ALTALENA DI EMOZIONI AL SAN PAOLO, DECIDE PANDEV CON IL RITROVATO CAVANI src=

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Gamberini ( 62' Armero), Maggio ( 77' Insigne), Behrami, Dzemaili, Zuniga, Hamsik, Pandev ( 89' Rolando), Cavani. Panchina: Rosati, Colombo, Grava, Mesto, Inler, Donadel, El Kaddouri, Calaio'. Allenatore: Mazzarri.

Atalanta (4-4-2): Consigli, Raimondi, Stendardo, Lucchini, Del Grosso, Giorgi ( 58' Canini), Carmona, Biondini ( 76' Cazzola), Bonaventura, Maxi Moralez ( 65' Livaja), Denis. Panchina: Frezzolini, Ferri, Radovanovic, Cigarini, Brivio, Parra, Brienza, Troisi. Allenatore: Colantuono

Arbitro: Paolo Valeri di Roma. Assistenti di linea: Grilli-Giallatini. Assistenti di porta: Romeo-Baracani. IV uomo: Nicoletti

Marcatori: 3' Cavani, 30' Cannavaro (autogol), 64' Cavani, 72' Denis, 80' Pandev

Ammoniti: 3' Giorgi, 29' Lucchini, 44' Behrami, 83' Denis, 87' Bonaventura, 93' Insigne

Espulsi: 91' Mazzarri

Minuti di recupero: 0' p.t., 4' s.t.

Pre-partita: Al San Paolo il Napoli cerca di superare il momento di crisi contro l'ostica Atalanta di Colantuono. Mazzarri, come trapelato alla vigilia, lascia fuori Inler per Dzemaili, per il resto la formazione non subisce grandi cambiamenti con De Sanctis tra i pali, difesa a tre composta da Campagnaro, Cannavaro e Gamberini, sulle fasce troviamo il duo Zuniga, Maggio, in mezzo Behrami e Dzemaili, infine Hamisk appoggia il terminale offensivo composto da Pandev e Cavani. Tra gli orobici rientra Maxi Moralez che spedisce Livaja in panchina, questi gli undici scelti da Colantuono: Consigli in porta, difesa a quattro composta da Raimondi, Stendardo, Lucchini e Del Grosso, a centrocampo giostrano Giorgi, Carmona, Biondini e Bonaventura, Maxi Moralez affianca l'ex di turno German Denis.

Primo tempo: Fischio d'inizio al San Paolo con il Napoli che parte subito forte e guadagna un calcio di rigore per fallo di Giorgi su Zuniga in area, sulla palla si presenta Cavani che non sbaglia, al 3' vantaggio degli azzurri. L'Atalanta prova una timida reazione con un colpo di testa innocuo di Denis all'8', il match è iniziato in modo vibrante. Grandissima ripartenza dei padroni di casa con Pandev che appoggia per Maggio che trova solo un calcio d'angolo, la battuta al 12' di quest'ultimo non crea pericoli alla difesa di Colantuono. Grandissima palla di Pandev per Cavani al 14', di testa il Matador spedisce fuori, ma non era facile inquadrare lo specchio della porta. Bellissimo uno-due tra Hamsik e Pandev, ma il macedone manca clamorosamente il bersaglio, al 15' è un Napoli straripante. Ancora Hamsik per Cavani che sbaglia in maniera incredibile solo davanti al portiere, è difficile vedere errori del genere da parte del bomber uruguagio. Al 20' Zuniga fa una grandissima azione sulla fascia e mette un pallone da spingere solo in rete sulla testa di Hamsik, ma lo slovacco non trova da pochi passi la porta. Campagnaro appoggia pr Hamsik al 25' fuori area, ma il suo tiro è troppo lento per impensierire Consigli, c'è solo una squadra in campo fino ad ora. Lucchini ferma Pandev in modo poco ortodosso al 29', ammonizione sacrosanta per il difensore. Incredibile black out difensivo del Napoli con Denis che taglia l'area e mette in mezzo, Bonaventura sbaglia clamorosamente a porta vuota ma il pallone sbatte su Cannavaro e termina in rete, autogol e parità. Punizione per l'Atalanta con Carmona sulla palla, grandissimo tiro con la palla che termina sulla traversa, l'inerzia della partita è cambiata. Reazione degli azzurri che cercano di riportarsi subito in vantaggio, Pandev imbecca alla grande Maggio che affretta troppo i tempi del cross. Bella iniziativa di Hamsik al 43', ma il suo tiro di sinistro appena in area è troppo centrale. Al 44' brutto fallo di Behrami su Bonaventura, sacrosanta l'ammonizione. Il primo tempo termina senza alcun minuto di recupero, grandissima partenza del Napoli che si divora almeno tre occasioni da rete limpide dopo il vantaggio di Cavani su rigore, i troppi errori nel calcio si pagano e arriva con l'autogol di Cannavaro un pareggio per l'Atalanta insperato.

Secondo tempo: Inizia la seconda frazione senza alcun cambio da entrambi i lati, vedremo se il Napoli avrà la forza di riportarsi in vantaggio. Al 50' Cavani appoggia un bel pallone per Pandev al limite dell'area, ma il tiro strozzato termina fuori. Un minuto dopo buona idea di Maggio per Behrami che si inserisce e guadagna un calcio d'angolo, sulla battuta salvataggio clamoroso di Denis su Dzemali che aveva calciato a botta sicura. Bella diagonale difensiva di Maggio al 56' su Maxi Moralez, l'Atalanta si fa vedere in avanti. Doppia occasione Napoli al 57', ma sia Cavani che Pandev vengono chiusi dall'arcigna difesa bergamasca. Pandev al 64' serve un pallone casuale per Cavani in area, il bomber controlla alla grande e buca per la seconda volta la rete di Consigli, Napoli meritatamente di nuovo in vantaggio. Ancora Cavani al 68' con una bomba da fuori area respinta da Consigli, sul calcio d'angolo seguente tiro di Zuniga che termina di poco fuori. Al 72' Denis, su un lancio da dietro, taglia tutta la difesa partenopea e deposita la palla alle spalle di De Sanctis, pareggio Atalanta che gela il pubblico di casa. Affondo di Armero al 75' in area, ma il suo cross per pochi centimetri non trova il tocco di Cavani, sul capovolgimento di fronte Denis si divora la rete del vantaggio. Affondo Napoli all'80', Insigne entra in area, il rimpallo favorisce Armero che serve un grande assist a Pandev che a porta vuota non può sbagliare, nuovo vantaggio Napoli in una partita che non smette di regalare emozioni. Bel cross di Dzemaili per la testa di Cavani che spedisce fuori, a cinque minuti dalla fine tutto può ancora accadere. L'arbitro assegna quattro minuti di recupero, Mazzarri protesta e viene espulso. Occasione Hamisk al 93' che calcia forte sul primo palo, Consigli respinge e salva. L'arbitro manda tutti negli spogliatoi dopo una partita ricca di emozioni e occasioni da entrambe le parti. Il Napoli poteva chiudere la contesa già nella prima frazione dopo il vantaggio siglato da Cavani su rigore, ma i troppi errori sotto porta sono stati pagati con l'autogol di Cannavaro. Nel secondo tempo ancora un Cavani ritrovato porta gli azzurri in vantaggio, ma l'ex Denis gela letteralmente il San Paolo con il gol del pareggio. Per fortuna Goran Pandev dopo oltre cinque mesi di astinenza, trova il gol del definitivo vantaggio e chiude definitivamente i conti. Disastrosa la prestazione della difesa che ha trovato in Cannavaro il suo anello debole, centralmente l'Atalanta ha fatto ciò che voleva. Alla fine arriva una vittoria pesantissima viste anche le affermazioni positive delle inseguitrici Milan e Fiorentina. Ora ci attende la sosta prima del rush finale che promette colpi di scena e battaglie a non finire, si riprenderà con la trasferta di Torino sperando che il Napoli sia uscito definitivamente dalla crisi e riesca a mantenere la seconda posizione fino alla fine del campionato.

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »