Allegri:”Inter e Napoli le nostre antagoniste”

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha parlato della sfida di domani sera contro l’Inter: “Mi aspetto una bella serata di sport, di calcio, tra due squadre che insieme al Milan hanno fatto la storia del calcio italiano. Sarà una partita molto importante sotto l’aspetto emotivo. E sotto il profilo tecnico e tattico, lo sarà altrettanto. Bisognerà preparala al meglio. Affronteremo una squadra che è cresciuta molto in autostima e in risultati. Inter e Napoli, al momento, sono le candidate come antagoniste della Juventus”. Sulla mancanza di gol su calci di punizione “Specialisti ne abbiamo ma non abbiamo ancora fatto gol su punizione. Speriamo domani di farne. A Firenze abbiamo avuto tre punizioni molto importanti. Bisogna sicuramente aggiustare la mira e sfruttarle meglio: su tre punizioni un gol bisogna farlo”. Sul presunto tifo dei sostenitori di squadre avversarie per l’Inter: “La cosa mi lascia indifferente. Dobbiamo proseguire il nostro percorso con molta calma. In questo momento ci sono i numeri che dicono che stiamo ammazzando il campionato… ma non stiamo ammazzando proprio niente. Il campionato va vinto, e va vinto a maggio. Prima è impossibile farlo. Serviranno circa 30 vittorie e per il momento abbiamo giocato 14 gare. E’ normale che in molti tifino Inter sperando che il Napoli possa riavvicinarsi”. Sul confronto tra Juventus-Inter e Champions Leaguecontro lo Young Boys“Tra domani e mercoledì, credo per noi sia più importante la sfida di Champions, in cui ci giocheremo molto. Ovvero, il primo posto nel girone. Mentre domani ci giocheremo una partita”. Una battuta su Spalletti“A Luciano piacciono più le colline. Scherzi a parte differenze non ce ne sono. La Toscana riesce a tirar fuori sempre buoni allenatori e questo ci differenzia dalle altre regioni”. Su Cancelo e De Sciglio“Non so ancora se giocheranno De Sciglio e Cancelo, a destra o a sinistra. Si possono anche scambiare durante la partita. A Firenze hanno fatto bene Cancelo a sinistra e De Sciglio a destra, in quel momento avevo bisogno di quell’assetto.”

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »