ALLA SCOPERTA DI PARMA

ALLA SCOPERTA DI PARMA src=

Nel cuore dell’Emilia Romagna, tra gli Appennini e la Pianura Padana, sorge Parma, un comune di circa 180.000 abitanti. Il torrente Parma, affluente del Po, scorre in mezzo a questa poliedrica città. 

Un po’ di storia

L’insediamento urbano di Parma ha origine in età etrusca. Intorno al 200 a.C. i Romani fondarono la colonia di Parma, che ben presto e per i secoli a venire conobbe lunghi periodi di prosperità economica e culturale. La posizione strategica –lungo l’asse della via Emilia- la rendeva baricentrica tra Roma e il resto dell’Europa e favoriva gli scambi commerciali e, di conseguenza, culturali.

Durante la seconda Guerra Mondiale, i cittadini di Parma furono protagonisti di eroici episodi di resistenza che valsero alla città la Medaglia d’Oro al Valor Militare.

    

A spasso per Parma

Il centro storico di Parma è costellato di architetture splendide. Il duomo romanico e il vicino Battistero ne sono tra i più famosi esempi. Edificato nel 1100, il duomo dedicato all’Assunta è stato impreziosito con bellissime opere da artisti del calibro del Correggio (affreschi della cupola) e di Benedetto Antelami (autore della Deposizione).Il Teatro Regio è famoso più che per l’architettura neoclassica, per la storia musicale che si è svolta sul suo palcoscenico, in particolare l’opera lirica. La città di Parma è infatti una delle città col più forte attaccamento verso questo tipo di arte e il suo gusto nei confronti delle opere e degli interpreti detta legge sul resto della Penisola.l Palazzo della Pilotta è sede della Galleria Nazionale di Parma che raccoglie opere di artisti fra i più rinomati al mondo:Carracci, Leonardo da Vinci, Correggio, solo per citarne alcuni.La Chiesa della Madonna steccata, il Palazzo Ducale e l’omonimo parco, il monastero di San Giovanni Evangelista e l’antica Farmacia di San Giovanni sono altre tra le numerose attrazioni della città.

A tavola

La città di Parma eccelle in tutte le forme d’arte ivi compresa senza dubbio l’arte culinaria.Tra formaggi e salumi ci sono le specialità più famose e apprezzate: il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto Crudo di Parma sono prodotti prelibati che vengono esportati in tutto il mondo.Tra i primi piatti tipici ci sono gli anolini e tortellini mentre lo stracotto è uno dei classici secondi piatti. Le violette di Parma glassate sono ottime come decorazione o per addolcirsi la bocca a fine pasto.

Dove dormire, dove mangiare

 

Park Hotel Toscanini (4 stelle)- Viale Toscanini 4

Hotel Stendhal (4 stelle)-via Bodoni,3

Hotel Residence (3 stelle) – Via Emilia Est 250

Hotel Torino (3 stelle) – via Angelo Mazza, 7

 

Ristorante Il Trovatore – Via Affò, 2a

Ristorante La Grappia- Strada Garibaldi, 39a

 

Come arrivare

In auto: Percorrere la A01 MILANO-NAPOLI per circa 630 Km. Uscire a Parma.

In treno: le corse dirette della durata di circa 7 ore partono alle ore 6.24 e 10.24 da piazza Garibaldi. Le corse con almeno uno scalo (Roma o Bologna) durano circa 5 ore e 30.

In aereo: Napoli e Parma non sono collegate da voli diretti.   

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »