AL SAN PAOLO E’ ZALAYETA SHOW

Napoli (3-5-2) :  Iezzo, Cupi, Cannavaro, Domizzi, Grava(Dal 29°st Garics), Blasi, Gargano(Dal 38°st Bogliacino), Hamsik, Savini, Lavezi, Zalayeta(Dal 20°st Sosa).A Disp. Gianello,Contini,Montervino,Calaio’ All. Reja

Catania (4-3-3): Polito, Sabato, Stovini, Sottil, Sardo, Colucci(Dal 1°st Llama), Edusei, Baiocco(Dal 38°st Izco), Martinez(Dal 38°st Morimoto), Mascara, Spinesi. A Disp. Bizzarri,Gazzola,Silvestri,Gia.Tedesco,Biagianti All. Baldini

Arbitro: Brighi di Cesena(Liberti-Viazzi)

Marcatori: Zalayeta 43’pt, 20’st

Note :Ammoniti Blasi, Baiocco,

Recupero: 1° pt; 3° st

Grazie ad una sontuosa prestazione di Zalayeta, il Napoli sbriga nel migliore dei modi la pratica Catania e torna alla vittoria in terra amica. Edy Reja persevera nell’ormai irrinunciabile 5-3-2 mascherato con Cupi in luogo di Contini e rispolverando Grava sull’ out di destra. A centrocampo torna Blasi a dar man forte al piccolo Gargano. Baldini, dal canto suo, non ha alcuna intenzione di attendere e conferma l’ eclettico 4-3-3 con Martinez e Mascara molto alti sugli esterni ad infastidire la manovra dei campani. Pronti, via ed un Catania spavaldo è subito pericoloso con il solito Martinez. L’attaccante uruguaiano scambia con Spinesi e cerca di liberare il destro che è ben contrato da Domizzi. Il Napoli subisce il pressing alto degli ospiti e non riesce a ragionare. Gargano palesa di risentire del jet-lag figlio degli impegni con la “Celeste” e sbaglia fin troppi appoggi che sono sistematicamente recuperati dai mastini Baiocco ed Edusei. Il primo tentativo d’offesa da parte degli azzurri nasce da un inserimento del sempre combattivo Blasi, ma la forte battuta del mediano è centrale e ben controllata da Polito. La prima vera palla gol azzurra nasce da un’intuizione di Cannavaro che  col goniometro  invita il fulmineo Lavezzi in area avversaria, ma la difesa di Sottil è da applausi. Alla mezz’ora è ancora Napoli: Zalayeta lavora magnificamente il pallone sulla destra, serve in area Lavezzi che con un guizzo si beve Edusei e spara all’indirizzo di Polito, abile a deviare in corner.La risposta ospite è affidata a Mascara. La punta catanese beneficia di un velo di Spinesi e scocca un siluro di prima intenzione che Iezzo respinge in angolo. Le ansie dei supporter azzurri sono però spazzate via al 43°. Zalayeta riceve da Lavezzi, danza sul pallone manda in tilt la retroguardia avversaria e infila l’estremo ospite con una rasoiata precisa.

Il secondo tempo non vede modifiche per quanto concerne gli uomini di Reja. Baldini invece cerca di alzare il baricentro dei suoi inserendo l’attaccante Llama per il centrocampista Colucci. Mossa azzardata quella del tecnico toscano. E’ infatti il centrocampo azzurro a beneficiarne trovando sempre maggiori spazzi in fase di costruzione. Il primo sussulto della ripresa è made in Lavezzi. “El Pocho” elude il fuorigioco dei siciliani, arriva sul fondo e serve Hamsik. La conclusione fiacca dello slovacco è, però, ben controllata da Polito. Al 12° è la volta di Gargano. Il piccolo centrocampista ruba palla sulla mediana e si scaglia alla volta dell’ area avversaria trovando solo un angolo. Otto minuti dopo arriva il raddoppio. Zalayeta si traveste da Batistuta, triangola ottimamente con Lavezzi e infila Polito con una bordata. Il doppio vantaggio partenopeo annichilisce gli ospiti che non riescono più a ragionare. Al 24° Iezzo si guadagna la pagnotta con una ottima parata su inzuccata di Spinesi. Gli azzurri corrono pochi pericoli e rischiano a più riprese di trovare la terza marcatura. Ottima lo spezzone giocato da Bogliacino in sostituzione di Gargano. Il numero diciotto del Napoli sfiora il terzo gol a pochi minuti dalla fine con una velenosaconclusione deviata in angolo da un Polito non certo irresistibile. Dopo tre minuti di recupero il San Paolo può finalmente tornare a gioire per la vittoria dei propri beniamini. Tre punti di importanza vitale per gli azzurri, tre punti cercati e meritati, tre punti che lasciano alle spalle le ultime non brillanti uscite e rilanciano il Napoli tra le più belle sorprese di questo campionato.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »