A TU PER TU CON PAOLO CANNAVARO

A TU PER TU CON PAOLO CANNAVARO src=
Intervista molto approfondita al nuovo difensore del Napoli, Paolo Cannavaro sul numero di Luglio-Agosto di SKUP mensile sui giovani prodotto a Napoli.

L’intervista è a cura di Massimo D’Alessandro.

Ciao Paolo, sei nato e cresciuto nella Loggetta. Come hai fatto,da ragazzino, ad evitare pericoli come l’alcool, la droga e bravate varie?

"L’educazione che ho ricevuto dai miei genitori mi ha aiutato tantissimo. E poi ho avuto amici intelligenti che capivano e rispettavano quelli che erano i miei obiettivi".

Dunque Paolo, non hai mai ‘impennato’ col motorino, non hai mai fatto un tiro ad una canna…?

"Devo confessare che con il mio Scarabeo ’impennavo’ e anche benino, ma uno spinello non l’ho ai fumato. I miei amici sapevano che il mio sogno era quello di diventare un calciatore, per cui se avevano programmi ‘strani’ per la serata mi dicevano….Paolo tu vattene a casa, ed io capivo"

La prima cosa che metti in valigia?

"La foto dei miei bambini. Poi il mio PC, un Sony Vaio che mi ha regalato mia moglie da poco, ne sono innamorato…….."

Di tua moglie o del computer?

"Di entrambi….scherzo naturalmente, il computer nei lunghi viaggi è di grande compagnia, ma Cristina è tutta la mia vita. Stiamo insieme da quando lei aveva 13 anni e io 16.

Con la nascita dei bambini (Manuel 4 anni e Adrian 2 anni), poi, il mio amore per lei cresce giorno dopo giorno."

Dove andavi in vacanza da piccolo con i tuoi genitori?

"Ho dei ricordi meravigliosi di Sapri. Andavamo ogni anno al campeggio "Europa Unita" ed era una festa incontrare sempre le stesse persone. Ci divertivamo tantissimo"

Giovane, bello, ricco e famoso come si fa a rinunciare alle tentazioni, soprattutto a quelle femminili?

"Quando si ha una famiglia come la mia è facile"

Treno, macchina o aereo?

"Dipende. Ultimamente preferisco l’auto, per via dei bambini. Ti puoi portare dietro di tutto"

Mare o montagna?

"Ue’…anche se sono stato a Parma per un po’ a Parma, io sono napoletano.

Preferisco il mare, tutta la vita"

Qual è la spiaggia più bella dove ti sei sdraiato?

"Villasimius è meravigliosa. Mio fratello l’anno scorso mi ha portato con la barca all’isola di Mortorio, nell’arcipelago della Maddalena….anche lì le spiagge sono da sogno"

La città più bella che hai visitato?

"Sono due. Mosca per la sua storia e la maestosità, Valencia per l’atmosfera e poi perché mi ricorda Napoli"

Se non fossi riuscito a sfondare nel mondo del calcio, che lavoro i sarebbe piaciuto fare?

"Il bagarino fuori lo stadio San Paolo…no scherzo. Risposi già a questa domanda a Parma.

Strabuzzarono gli occhi, avresti dovuto vedere le facce! In verità avrei provato a diventare arredatore d’interni"

Oltre al calcio quali sono le altre passioni?

"Il cinema. Faccio collezione di Dvd, ne posseggo più di 500"

Vuoi vedere che De Laurentiis acquistando un difensore, senza saperlo, si trova in casa un consulente cinematografico?

"Ma no! Però se insiste per farmi fare una particina in un suo film lo accontento volentieri"

Il tuo attore preferito?

"Denzen Washington. Ho visto tutti i suoi film, riesce sempre ad emozionarmi"

Film preferito?

"Beh, ce ne sono tre: il primo è"John Q", che mi fa piangere ogni volta che lo vedo, poi "Training Day" e "Braveheart"."

In cosa ti senti diverso da tuo fratello?

"Lui è più serio, più quadrato, io invece scherzo sempre. In famiglia o nelle varie squadre in cui ho giocato sono sempre stato lo "sfottitore" della situazione…"

Hai debuttato in serie A col Parma sostituendo proprio tuo fratello. Quando conti di prendere il suo posto in nazionale?

"Ah,ah, ah….quando il Napoli torna in A"

Translate »