Jovetic e Ljajic sbancano il San Paolo : Napoli-Inter 0-2

partite_napoliinterGli azzurri giocano una buona partita in formazione rimaneggiata, ma nel finale i trequartisti di Mancini spediscono l’Inter in semifinale.

 

FORMAZIONI – Sarri opera qualche fisiologica modifica causa gli impegni ravvicinati : Chiriches affianca Koulibaly al centro della difesa, completata da Hysaj e Strinic, con Allan, Valdifiori e Lopez a formare la mediana e Mertens e Callejon larghi nel tridente con Gabbiadini, schierato da prima punta al posto di Higuain. Mancini schiera in gran parte la formazione tipo, scegliendo il 4-2-3-1 : Medel e Kondogbia operano davanti alla difesa, a protezione dell’attacco formato da Biabiany, Liajic e Perisic, tutti a supporto di Stevan Jovetic.

EMOZIONI COL CONTAGOCCE – Gli azzurri partono con un buon possesso palla, l’Inter è aspetta ma il modulo estremamente offensivo comporta varchi importanti in mezzo al campo. Il primo intervento è comunque di Reina, che esce in presa bassa al 6’ tenendo un insidioso traversone di Perisic. Il destro di Mertens al 13’, respinto in maniera non perfetta da Handanovic, è il primo segnale in fase offensiva per gli uomini di Sarri, ma la partita si mantiene su ritmi blandi, con le due squadre che non riescono ad incidere nella trequarti avversaria. La prima, grandissima occasione arriva al 26’ : Strinic va via sull’out mancino e mette una gran palla all’altezza del dischetto dove Callejon impatta perfettamente con il destro trovando la prontissima risposta di Handanovic. Il portiere sloveno si ripete al 34’ con un miracoloso intervento sul sinistro ravvicinato di Gabbiadini, ma l’attaccante partenopeo parte in posizione di fuorigioco giustamente segnalata. Tra il 36’ e il 38’ il Napoli spreca due ottime ripartenze, con Callejon prima e Mertens poi che non riescono a servire Gabbiadini piazzato in posizione pericolosa. La punizione di Gabbiadini, bloccata agevolmente da Handanovic, è l’ultimo sussulto di un primo tempo con pochi sussulti da ambo le parti, con un Napoli comunque più pericoloso.

JOVETIC-LJAJIC, PASSA L’INTER – La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo, il Napoli prova a pressare alto per rubare palla nella trequarti nerazzurra, l’Inter si limita ad uno sterile possesso palla pur avendo in campo ben 4 attaccanti. Al quarto d’ora protesta degli azzurri per un fallaccio a metacampo di Medel su Lopez, nemmeno sanzionato da Valeri; pochi istanti dopo primo cambio per Sarri che manda in campo Hamsik al post di Allan. Al 62’ Valdifiori perde un velenoso pallone a metacampo innescando la ripartenza dell’Inter, conclusa con un destro centrale di Jovetic. Nello sviluppo dell’azione David Lopez rimedia una gomitata (involontaria) da Perisic con conseguente ferita che lo costringe ad uscire dal campo; con il Napoli in 10 è Medel a trovarsi un pallone buono in area di rigore, ma il suo destro termina alto, consentendo a Jorginho di sostituire lo spagnolo per un’inedita situazione con il doppio playmaker in campo. Al 71’ Sarri si gioca anche la carta Higuain, con l’argentino che sostituisce un vivace ma poco incisivo Gabbiadini.  Pochi minuti dopo però, a sorpresa, l’Inter passa in vantaggio : Hamsik e Jorginho pasticciano a metacampo e consentono a Jovetic di ripartire, il montenegrino arriva al limite dell’area e un destro imparabile per Reina. Da quel momento in poi è un assedio Napoli, con ad attaccare a pieno organico per cercare la rimonta. Occasionissima per Mertens all’85’, il belga scarica una fucilata deviata miracolosamente da Handanovic che respinge anche il successivo assalto  di Higuain. Il 14 azzurro però è protagonista in negativo all’88’, quando entra in area e va giù sul lieve contatto con Miranda, Valeri valuta il gesto come una simulazione e lo ammonisce per la seconda volta. Gli azzurri provano il tutto per tutto ma, completamente sbilanciati, subiscono anche il raddoppio dei nerazzurri : Jovetic riparte e serve Ljajic, che si invola completamente libero da metacampo freddando Reina una volta entrato in area di rigore. A chiudere definitivamente la qualificazione ci pensa Handanovic, autore di uno strepitoso intervento sul destro di Higuain. L’Inter sbanca il San Paolo e conquista la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia, il Napoli esce tra i canti delle due curve e si rimbocca le maniche, pronto a ripartire in campionato dalla trasferta di Genova contro la Sampdoria.

 

TABELLINO :

Napoli (4-3-3) : Reina; Hysaj, Koulibaly, Chiriches, Strinic; Allan (59’ Hamsik), Valdifiori, Lopez (65’ Jorginho) ; Callejon, Gabbiadini, Mertens. All. Sarri

 

Inter (4-2-3-1) : Handanovic, Nagatomo, Miranda, Juan Jesus, Telles, Medel (87’ Melo), Kondogbia, Biabiany, Ljajic, Perisic (73’ Palacio), Jovetic. All. Mancini

 

Arbitro : Valeri (Roma)

Marcatori : 73’ Jovetic (I), 92’ Ljajic (I)

Note : Ammoniti Miranda (I), Valdifiori (N), Mertens (N), Higuain (N); Espulsi Mertens (N) per doppia ammonizione; Recupero 0’ p.t., 5’ s.t.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »