Inesorabilmente ci si avvia verso il big match dell’Olimpico, pochi giorni e sarà quindi Roma-Napoli. Abbiamo chiesto un parere ai colleghi sponda giallorossa riguardo la partita che potrebbe dare il via ad un interessante campionato

 

Alessandro Carducci (vocegiallorossa.it):

1)Sfida Roma-Napoli, possiamo chiamarle le due anti-Juve? Le formazioni di Di Francesco e Sarri riusciranno ad ostacolare il cammino della Juventus verso lo scudetto?
“Il Napoli lo è sicuramente, la Roma è all’inizio di un ciclo e vediamo dove arriverà. L’inizio, nonostante lo scetticismo, è stato positivo. Il Napoli gioca a memoria ormai da anni mentre la Roma sta imparando, giorno dopo giorno, il gioco chiesto da Di Francesco”.

 

2)Dzeko-Mertens lotta tra bomber, chi è più utile e fondamentale alle rispettive rose: il bosniaco oppure il belga?
“Sono due grandissimi giocatori e l’anno scorso lo hanno ampiamente dimostrato. Non si può dire chi sia più utile perché entrambe le squadre perderebbero tantissimo senza di loro. Mertens sa giocare anche sull’esterno mentre Dzeko è più bravo a tenere palla e a far salire la squadra. Caratteristiche diverse, stesso fine, il gol”.

3)Siamo solo all’inizio oppure questa sfida potrà dare una grossa accelerata al campionato?
“Questa sfida potrà dire alla Roma a che punto sia la crescita mentre il Napoli, tolta la Lazio, è al primo big match del campionato. Sarà un match molto utile per capire quanto facciano sul serio entrambe le squadre ma per la classifica è presto”.

 

Francesco Ciccolella (corrieregiallorosso.com):

1) Confronto Sarri-Di Francesco, chi riuscirà a dare più fastidio ad Allegri? E perchè?
“Intanto parliamo di due ottimi allenatori e, soprattutto, due ottimi addestratori di calcio. Di Francesco dalla sua ha la freschezza delle idee e un po’ di duttilità tattica in più. Sarri è si più “integralista” ma può contare su un gruppo consolidato e sull’esperienza della rosa che è cresciuta anche nelle alternative. Credo che alla fine il Napoli abbia una chance in più per quest’anno”.

2) Roma-Napoli pronti, partenza, via: ci si gioca lo scudetto oppure è troppo presto per parlarne?
“Ancora troppo presto per parlarne, soprattutto se il cammino in Champions potrà essere fruttuoso per entrambe. Ma le squadre hanno dimostrato, negli impegni importanti, di essere pronte per giocarsi qualcosa di più del secondo posto. Certamente la partita di sabato sarà però un primo segnale importante che Roma e Napoli vorranno dare al campionato intero”.

3) Dopo l’ottima vittoria a San Siro come arriva la Roma alla sfida contro gli azzurri, il clima è quello giusto?
“Certamente la vittoria di Milano ha definitivamente fatto prendere coscienza a tutti, anche a chi non ne parlava, che la Roma c’è ed è una contendente per le primissime posizioni. La squadra è stata unita in una gara non semplice, soprattutto per l’emergenza in attacco, quindi la condizione mentale è ottimale. Ci saranno però alcuni calciatori reduci dalle Nazionali e altri in condizioni fisiche piuttosto precarie, quindi da questo punto di vista non sarà una Roma al 100%”.

 

Tags