Nel Napoli più iberico della storia, scopriamo le curiosità, gli aneddoti, il modus vivendi della cultura spagnola.
Hola,
l Real Madrid ha già perso la Liga. Decisiva l’ultima sconfitta della squadra di Zidane nel derby contro l’Atletico di Simeone nell’ultima giornata di campionato. I “blancos” restano al terzo posto a -12 dal Barcellona: a dodici giornate dalla fine del campionato il Barcellona si avvia sempre di più alla conquista del titolo. Con l’allenatore francese, dopo l’esonero di Benitez, Ronaldo e compagni aveva riacquistato entusiasmo e gioia, ma nelle ultime partite le “merengues” hanno mostrato di nuovo tutti i propri limiti. Zidane ha totalizzato sei vittorie, due pareggi e una sconfitta, mentre l’ex allenatore del Real aveva vinto sei partite con tre pareggi nelle prime nove giornate. La situazione attuale della società madrilena dimostra l’incapacità di gestione di Florentino Perez: per il Real arrivare al terzo posto è un fallimento. Il malcontento è arrivato in primis da Cristiano Ronaldo ai microfoni dei numerosi giornalisti presenti al Bernebeu: “Se tutti giocassero come me, saremmo al primo posto”, ma il tecnico francese ha dichiarato: “Ho parlato con i giocatori dopo il derby, abbiamo perso una partita e nessuno se lo aspettava, ora non dobbiamo pensare più a quel che è successo. Dobbiamo restare uniti e concentrati, l’Atletico è il passato, dobbiamo guardare avanti. Cristiano ha parlato con me e con i suoi compagni, ha spiegato le sue ragioni e tutto si è risolto tra di noi. Siamo con lui. Queste cose si risolvono all’interno dello spogliatoio. La squadra è unita e concentrata su quel che dobbiamo fare. Siamo tutti sulla stessa barca”. Nelle prossime sfide di campionato e di Champions League si deciderà il futuro di Zidane: sarà ancora lui l’allenatore del Real Madrid? E Perez, se la sua squadra dovesse arrivare al terzo o al quarto posto, darebbe le dimissioni? Le prossime settimane saranno decisive.
¡Hasta la próxima!

Tags