Cristiano Giuntoli ha attivato il proprio radar. Gli occhi del direttore sportivo del Napoli si sono posati sul talento cristallino di Adam Ounas, calciatore che con la maglia del Bordeaux sta sorprendendo in maniera costante. Ounas nasce a Chambray-lès-Tours, in Francia, l’11 novembre del 1996 da genitori di origine algerina. Sin da piccolo inizia a giocare a calcio per le strade del proprio paese, nel 2001 viene notato dal Tours che lo preleva e lo fa crescere plasmando le sue qualità per ben 10 anni. Nel 2011 passa allo Châteauroux, nell’anno successivo all’FC de l’Ouest Tourangeau 37 e lì finalmente attira le attenzioni di numerosi club. Ad assicurarsi le sue prestazioni è il Bordeaux che, senza esitare, decide di puntare su di lui. Dopo una stagione trascorsa nel settore giovanile, Ounas, approda nella formazione B del club girondino collezionando 21 presenze condite da 3 marcature personali. Gli addetti ai lavori ne parlano un gran bene, le sue giocate lasciano il pubblico a bocca aperta e c’è chi intravede in lui le doti del fenomeno. Trascorso il primo anno e terminata la stagione, il club francese decide che è il momento di promuoverlo in prima squadra.All’inizio della stagione 2015-2016 respira per la prima volta l’aria dei campi della Ligue 1. Il 4 ottobre 2015 avviene il tanto atteso esordio e Ounas, da vero e autentico predestinato, trova subito la via della rete in Lorient-Bordeaux (sfida terminata 3-2), gara valida per la nona giornata del massimo campionato francese. Un debutto, dunque, con i fiocchi che attesta tutto il suo valore e la sua esponenziale crescita. In seguito alle ottime prestazioni fornite riesce a guadagnarsi un posto da titolare e diventa in poco tempo uno dei perni fondamentali della squadra. Le sue imprevedibili giocate, la tecnica sopraffina, l’infinita fantasia e l’invidiabile capacità di esecuzione gli consentono di entrare nelle grazie dei tifosi girondini. Conclude la sua prima annata da professionista con 30 apparizioni e 6 sigilli totali tra Campionato, Coppe nazionali ed Europa League. Ounas è un mancino naturale che tende ad accentrarsi per tentare la conclusione, molto rapido a saltare l’uomo e a dir poco abile nel dribbling o nell’uno contro uno. Può essere schierato sia sulle corsie laterali che nel ruolo di trequartista. Finora in questa stagione ha collezionato 25 gettoni, 3 reti e 3 assist. Il Napoli ha iniziato a seguirlo già durante la scorsa estate, ma ci fu soltanto un primo timido approccio. Ora – come raccontato in esclusiva nella serata di ieri – i tempi sono maturi, c’è il sì dell’entourage e molto presto si potrà entrare nel vivo della trattativa. Ounas è pronto a trascinare ancora il Bordeaux (attualmente quinto a quota 52) nella qualificazione in Europa League in questo finale di stagione. A partire da giugno il suo futuro potrebbe essere in Italia, precisamente a Napoli, a tinte azzurre.

alfredopedulla.com