“Per lo scudetto stiamo arrivando”. Con queste parole pronunciate dal presidente De Laurentiis ai microfoni di Radio kiss Kiss Napoli, il numero uno azzurro ha accesso l’entusiasmo dei tifosi.  De Laurentiis n primis ha sbloccato la questione Insigne, col folletto di Frattamaggiore che firmerà un prolungamento di contratto fino al 2022. Per Mertens invece,  c’è qualche ostacolo in più da superare. A dicembre scorso il rinnovo del belga sembrava cosa fatta: prolungamento contrattualmente, adeguamento dell’ingaggio e una clausola rescissoria da poter utilizzare dall’estate 2018. Mancava solo la firma per suggellare l’accordo, ma proprio da dicembre Mertens ha avuto un vera e propria esplosione da punta centrale e al suo procuratore sono arrivate offerte importanti dall’Italia e dall’esterno. Qualche giorno fa c’è stato un’incontro tra De Laurentiis e i legali del calciatore belga per trovare il tanto sospirato accordo. L’entourage del belga vorrebbe una clausola rescissoria molto bassa per l’estate del 2018, in modo da poter andar via a trent’anni senza troppi ostacoli. Rispetto ad un mese fa le parti si sono riavvicinate, ma De Laurentiis sembra intenzionato a non mollare la presa e sopratutto vorrebbe trattenere Mertens anche senza rinnovo. Ed è questo il punto cruciale: rinnovo o meno, De Laurentiis non vuol privare a Sarri dell’attaccante che tanto bene ha fatto in questa stagione. Per puntare allo scudetto c’è bisogna della riconferma dei top player in rosa.

Tags