Xavier Jacobelli, direttore del Corriere dello Sport.it, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva a PianetaNapoli:

 

De Laurentiis non si è ancora complimentato pubblicamente con Sarri per il premio della “Panchina d’oro” che ne pensa?
“Penso che alla prima occasione il presidente si complimenterà con il tecnico. Il primo ad essere felice è stato lui. Ricordiamoci che Sarri lo ha scelto proprio lui nello scettiscismo generale. Aveva capito che sarebbe potuto diventare il più bravo allenatore della Serie A”.

Il Napoli rischia di finire senza titoli per il secondo anno consecutivo, secondo lei sarebbe grave?
“Intanto vince sempre e soltanto una squadra. Sarri, è riuscito a portare il Napoli a determinati vertici della classifica e a ben figurare in Champions League essendo eliminato con i campioni d’Europa e del mondo in carica non dimentichiamolo. Le grandi squadre non si costruiscono mai dall’oggi al domani. La stessa Juve ha fatto questo. Sarri merita solo applausi, sicuramente farà meglio nei prossimi anni”.

In Italia ogni anno ci sono polemiche riguardo gli arbitri, secondo lei il livello dei direttori di gara italiani è alto?
“Dal punto di vista tecnico c’è una vasta mediocrità degli arbitri. Ogni anno quando si entra nel vivo della stagione dobbiamo fare i conti con questo. Non c’è meritrocazia e non si prende atto degli errori magari punendo il colpevole di turno, non vedo l’ora di vedere la moviola in campo, i primi a giovarsi saranno gli stessi arbitri”.

Juventus-ndrangheta, cosa pensa al riguardo?
“C’è molta gente che parla senza aver letto le 8000 cartelle della magistratura. Nessun dirigente o esponente juventino è sotto inchiesta, bisogna stare attenti ad azionare la macchina del fango. I primi responsabili sono quelli che fanno il copia e incolla, aspettiamo di vedere cosa accadrà. Io in questi giorni continuo a leggere resoconti molto parziali e non mi piace. O si hanno le fonti o non si cimenta nel tipo di disinformazione che è un male terribile, soprattutto per la nostra categoria”.

Cosa ha la Juventus più del Napoli?
“La Juve ha una grande squadra, grande società e un grande stadio. E’ stata lungimirante così come lo è stato il Sassuolo e l’Udinese. Le altre stanno capendo cosa significhi avere un impianto di proprietà. Sarebbe stato semplice sfruttare i mondiali del 90, ma non è stato fatto. In questo paese si arriva sempre troppo tardi”.

Anticipare l’inizio del campionato al 13 agosto, buona idea?
“Bisogna iniziare il campionato il 13 agosto, sarebbe ora. Non facendolo si espone la nazionale e i club a figuracce internazionali. Il 2 settembre in Spagna si gioca una partita decisiva per tutto il calcio italiano. La Federcalcio riesca ad ottenere questo fondamentale anticipo. Si avrebbe una condizione di forma migliore. Le squadre dovrebbero evitare le tournée all’estero così si eviterebbero tantissime cose: infortuni in primis”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags