L’ultima stagione del Napoli ha portato oltre ad un buon risultato sportivo anche un ottimo ricavo economico, infatti dalla scorsa partecipazione in Champions League, la squadra del presidente De Laurentiis ha ricevuto più di 65 milioni di euro solo per i diritti televisivi. Infatti dai dati ricavati dal portale Calcio & Finanza, la partecipazione alla Champions 2016/2017 dovrebbe tradursi in 65,7 milioni e precisamente 41,5 per il market pool, 12,7 la partecipazione alla fase a gironi, 5,5 milioni per le 3 vittorie e i 2 pareggi e 6 milioni per il passaggio agli ottavi. Il fatturato stimato si aggira intorno ai 300 milioni di euro, record della gestione De Laurentiis, dovuto anche alla seconda rata della cessione di Higuain, aumenta anche il monte ingaggi che supera i cento milioni, quarto in serie A, dietro Juventus, Milan ed Inter, davanti alla Roma. Ora c’è da dire che il Napoli ha riscattato Maksimovic e Rog, circa trenta milioni per entrambe le operazioni, ha preso Mario Rui ed Ounas per altri venti milioni, resta comunque un bel gruzzolo, cioè tutti i ricavi Champions, i sopracitati 65 milioni di euro. Con questo ricco tesoretto, non si dovrebbe rimuginare troppo ed investirli in ciò che manca a questa squadra per fare il definitivo salto di qualità, ma il presidente è sornione, aspettando prima la qualificazione ai gironi di Champions, ben sapendo che senza quest’ultima, il prossimo anno dovrà fare fronte ad una mancanza di introiti molto difficilmente colmabile in un solo anno.